Salvador Dalí è stato non solo un pittore, ma anche un artista poliedrico ed eclettico nel vero senso della parola. È stato ampiamente riconosciuto come scultore, scrittore, illustratore, regista, designer di gioielli e tanto altro.

La pittura è una parte infinitesimale della mia personalità

Uno degli aspetti principali dell’opera completa di Dalí risiede nella creazione di una collezione di sculture museali in bronzo. La passione e il travolgente desiderio di esprimersi nel campo della scultura sono stati una costante della sua vita, risalendo dal 1934 fino al 1987. Dalí era affascinato da questa tecnica artistica e ha concepito una serie di modelli originali da tramutare in sculture e oggetti surreali. In tal modo il genio creativo di Dalí ha potuto manifestarsi nella tridimensionalità, trasformando in sculture quelle che restano tra le più famose ed amate immagini iconografiche create da Dalí nel corso della sua vita.

Orologi molli, cassetti, e tante altre immagini surrealiste…

Dalí ha utilizzato alcune memorie ed eventi della sua infanzia come elementi ricorrenti nei suoi lavori, vere e proprie icone dense di carica emotiva e di significati profondi. Questi elementi incarnano alcune delle credenze più forti di Dalí: la sua ossessione per il tempo, illustrata nel celeberrimo dipinto del 1931, La persistenza della memoria, è presente anche nelle sculture Il Profilo del Tempo e La Nobiltà del Tempo; la sua passione per la bellezza e per le forme femminili si ritrova nelle sculture Venere Spaziale e Donna in Fiamme; la stampella, altro motivo familiare nel lavoro di Dalí, atto a simboleggiare sostegno e stabilità, è presente in Alice nel paese delle meraviglie e in La Lumaca e l'Angelo.

Negli ultimi venticinque anni, queste sculture sono state in più di ottanta prestigiosi musei e località e sono state ammirate da più di dieci milioni di persone. Questa straordinaria collezione mette in luce un aspetto finora sconosciuto del lavoro di Dalí, attribuendo il dovuto valore al ruolo della scultura nella sua vita. Ispirate ai suoi più famosi dipinti, le sculture in bronzo di Dalí rappresentano un aspetto rilevante del surrealismo tridimensionale e testimoniano la forza espressiva delle sue immagini iconografiche surrealiste.