Giovedì, 23. Giugno 2016

Quest’estate Los Angeles, California, ospiterà dodici iconiche sculture in bronzo di Dalí al Two Rodeo Drive, un’esclusiva e lussuosa area commerciale a pochi passi da Rodeo Drive, a Beverly Hills.  La mostra, della durata di tre mesi, è organizzata dalla Galerie Michael, in collaborazione con la Stratton Institute.

Beniamino Levi, Presidente della Stratton Institute, è rinomato per il suo coinvolgimento con Salvador Dalí e le mostre nei musei. Fino ad oggi ha organizzato con successo oltre 100 mostre apprezzate dalla critica e dal pubblico, tanto da aver richiamato oltre 12 milioni di visitatori. Levi è una delle persone che conosce meglio le opere di Dalí, avendo incontrato di persona lui e il suo entourage negli anni 60, e avendo visitato le sue dimore in giro per il mondo. Fu proprio da questi incontri con il carismatico ed eccentrico artista, che applicò i principi del Surrealismo alla sua vita, che Levi ebbe l’idea di raccogliere le opere d’arte tridimensionali di Dalí, formando, nel corso degli anni, una delle più ricche e interessanti collezioni al mondo.

Levi ha commentato ‘È un onore e un privilegio vedere la mostra delle sculture di Dalí in una delle strade più prestigiose al mondo.’

Dalí è stato indubbiamente uno dei più grandi artisti del secolo scorso. La sua profonda visione surrealistica e il suo talento artistico hanno prodotto opere d’arte memorabili, la cui popolarità non è mai diminuita nel corso del tempo. Le sue mostre attraggono regolarmente un elevato numero di visitatori e hanno battuto tutti i record di partecipazione a musei internazionali nel tempo.

Questa mostra all’aria aperta in California evidenzia due aspetti particolarmente importanti della creatività di Dalí; da disegnatore talentuoso qual era, Dalí ha lavorato con molti mezzi artistici, e la scultura è solo uno di questi.

Monumentali sculture in bronzo, tra i 3,5 e i 5 metri di altezza, e tre esempi di essi, sono stati inviati per mare per adornare Rodeo Drive; si tratta di Donna in fiamme, Unicorno, Persistenza della memoria e San Giorno e il drago. La Persistenza della  memoria svetta con i suoi incredibili cinque metri di altezza e l’orologio fuso, reminiscenza del dipinto a olio di  Dalí’ “La persistenza della memoria” del 1931.

Le otto sculture con dimensioni da museo presenti alla mostra includono la Danza del tempo II, il cui orologio fuso è una delle immagini più note e amate dell’artista, che ha scelto di ritrarre questa immagine costantemente per tutta la sua vita a partire dal 1931, e l’Elefante del trionfo, il simbolo iconoclastico del futuro.

e sculture da museo “Cavallo con orologio molle” e “Angelo del trionfo” si trovano all’interno della Galerie Michael stessa.

Questo gruppo di sculture fa parte di una più grande collezione di sculture di Dalí che è stata allestita in molti famosi musei del mondo. Si tratta di un’occasione unica e rara di vedere un’affascinante raccolta che attesta il talento di Dalí e la sua immaginazione sfrenata, offrendo un’esperienza surreale e unica.

A metà luglio si svolgerà un elegante vernissage al quale sono invitati solo VIP. La mostra è organizzata dalla Galerie Michael in collaborazione non solo con lo Stratton Institute, ma anche con “Operazione sorriso”, un’organizzazione medica internazionale senza scopo di lucro che ha donato centinaia di migliaia di trattamenti medici a bambini e ragazzi dei paesi in via di sviluppo. Si tratta di una delle più antiche e grandi organizzazioni di volontari che si dedica al miglioramento della salute e delle condizioni di vita dei bambini di tutto il mondo.

La mostra si svolgerà con il gentile patrocinio della città di Beverly Hill